Displaying items by tag: sostenibilita

L’Ente Provinciale tra tra i vincitori del bando “Valore Pubblico: la Pubblica Amministrazione che funziona”

La Provincia di Treviso ha vinto il bando “Valore Pubblico: la Pubblica Amministrazione che funziona” promosso dalla SDA Bocconi School of Management e Gruppo editoriale GEDI con il patrocinio del Ministero della Pubblica Amministrazione, del Dipartimento per la Funzione Pubblica, di Anci e UPI. In particolare, la Provincia di Treviso ha ottenuto il riconoscimento nella categoria “sostenibilità” e ha ritirato il premio oggi a Milano, negli spazi del Campus della Bocconi. Il premio è stato ottenuto grazie al progetto annuale “Green Schools Competition”, che trasforma le scuole in veri e propri “campus sostenibili”, coinvolgendo studenti, docenti, personale scolastico e dirigenziale in attività finalizzate alla riduzione di CO2 e alla condivisione di valori educativi e ambientali.

All'evento di premiazione hanno preso parte Gianmario Verona, rettore dell'Università Bocconi, Antonella Galdi, vicesegretaria generale ANCI nazionale, Piero Antonelli, direttore generale UPI nazionale, Giovanni Valotti e Marta Barbieri, di SDA Bocconi, i giornalisti Maurizio Molinari, direttore de La Repubblica e Massimo Giannini, direttore de La Stampa. A chiudere il tavolo di interventi Renato Brunetta, Ministro per la Pubblica Amminstrazione. A ritirare il premio dedicato alla Provincia di Treviso, a nome del presidente Stefano Marcon, la vicepresidente Martina Bertelle.

 

La Provincia ha pubblicato un bando contributi rivolto ai lavoratori per l'acquisto di abbonamenti annuali dell'azienda di trasporto MOM – Mobilità di Marca, per un importo complessivo di 700.000 euro. Oggi, martedì 7 giugno, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa, nella Sala Consiglio del Sant'Artemio, alla presenza del presidente della Provincia Stefano Marcon e del presidente di MOM Giacomo Colladon. L'obbiettivo del bando è duplice: da un lato, promuovere un'azione a favore dei cittadini per incentivare la mobilità sostenibile attraverso il trasporto pubblico locale, limitando l’uso dei veicoli privati per gli spostamenti pendolari casa – lavoro e, dall'altro, attuare un piano concreto per ridurre le emissioni di PM10, in continuità con l'impegno profuso da sempre per limitare al minimo l'impatto ambientale e favorire progetti di sostenibilità.

Negli ultimi anni, infatti, grazie ai bandi relativi all'ambiente che la Provincia ha dedicato a imprese e cittadini per un valore complessivo di 3.170.744,92 euro, è stata registrata una riduzione di 2.406 kg/anno di polveri sottili PM₁₀, 17.807 kg/anno di ossidi di azoto (Nox), 836 kg/anno di composti organici volatili (COV), 23.850 kg/anno di ossidi di zolfo (Sox) e di 4.783 t/anno di CO₂, ovvero l'equivalente all’emissione di 40.000 viaggi andata e ritorno con un’auto a benzina nella tratta Venezia – Roma (secondo i dati ISPRA) oppure alla quantità di CO₂ utilizzata per il processo di fotosintesi di 150.000 alberi in area urbana.

Il finanziamento è dedicato ai lavoratori residenti in Provincia di Treviso che sottoscrivono un abbonamento annuale MOM valido sulla rete urbana e extraurbana, nel periodo tra il 1 giugno ed il 31 dicembre 2022. Il contributo è assegnato a concorso della spesa sostenuta per l’avvenuta sottoscrizione dell'abbonamento nella misura del 50% del costo complessivo. Lo sconto messo a disposizione della Provincia è cumulabile con altri incentivi nazionali, mentre non è cumulabile con gli altri contributi pubblici di enti locali per la medesima finalità.

Per presentare la domanda di contributo, è necessario compilare il modello 1 scaricabile dal sito www.provincia.treviso.it, a questo link, e inviare fotocopia di un documento di identità a mezzo di raccomandata, oppure via pec, via mail o consegnata a mano al Protocollo Generale della Provincia,in via Cal di Breda, 116, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 recandosi al piano terra dell'edificio 6. Tutte le informazioni e i riferimenti sono indicati nel bando pubblicato in questa pagina dedicata.

Le azioni della Provincia di Treviso mirano, da sempre, alla sostenibilità e alla promozione di un approccio sostenibile: lo dimostrano gli innumerevoli interventi sul territorio della Marca in ambito ambientale, con importanti finanziamenti per cittadini, imprese e Comuni, nell'edilizia scolastica superiore e i progetti per la diffusione di una cultura “green” soprattutto tra i giovani, in classe, attraverso l'iniziativa decennale della Green School Competition.

In continuità con questa linea, dal 16 al 20 maggio, negli spazi del Sant'Artemio, si terrà il calendario di appuntamenti della Settimana della Sostenibilità, evento alla sua prima edizione organizzato da Assindustria Venetocentro, con cui la Provincia intrattiene una storica e sinergica collaborazione. A sostenere l'iniziativa sono le Camere di Commercio di Venezia-Rovigo, Padova, Treviso- Belluno Dolomiti, con la collaborazione di Intesa San Paolo e gli sponsor tecnici Luca Milanese.com e Kora Comunicazione. 

Gli appuntamenti saranno occasione per approfondire il valore condiviso della sostenibilità e coinvolgere non solo le Amministrazioni pubbliche, ma anche imprese, scuole e start up con l'obiettivo di agevolare il dialogo e favorire lo sviluppo di nuove progettualità.

In via di definizione l’accordo col Seminario Vescovile per ospitare gli studenti durante i lavori

E’ una delle nuove realizzazioni per le quali la Provincia di Treviso ha ottenuto ben 9 milioni di euro dal D.M. 62/2021 rifinanziato con i fondi Europei del PNRR (Piano Nazionale di Rinascita e Resilienza) dedicato in modo specifico a interventi di messa in sicurezza sismica: è il nuovo Is “Città della Vittoria” che dovrebbe vedere aperto il cantiere entro la fine del 2022 dopo la demolizione della sede attuale dell’Istituto di Vittorio Veneto. Per ospitare gli studenti durante i lavori di costruzione, è ormai in via di definizione l’accordo con il Seminario Vescovile di Vittorio Veneto che accoglierà studenti, studentesse e personale scolastico.

Il complesso scolastico attuale è costituito da una serie di manufatti in gestione alla provincia per effetto della L. 23/96. Il nucleo principale dell’istituto esistente è composto da aule, laboratori, uffici direzione e segreteria. Un blocco è dedicato ad officine ed aule speciali. Vista la situazione, si è scelto di procedere con la demolizione e ricostruzione. Il Progetto di Fattibilità Tecnico Economico complessivo prevede, anche con integrazione del conto termico, la demolizione e ricostruzione di tutti i blocchi edilizi.

Il nuovo edificio avrà un costo complessivo di euro 10,750.000:

- 9.000.000,00 finanziamento ministeriale

- 1.750.000,00 finanziato con conto termico

L’edificio sarà realizzato con caratteristiche “NZEB” ( Nearly Zero Energy Building) e completamente eco-sostenibile. Verrà realizzato con soluzioni progettuali e impiantistiche finalizzate a minimizzare i consumi energetici della climatizzazione estiva/invernale, così come all’illuminazione, ventilazione, produzione di acqua calda sanitaria, recupero acque meteoriche per impieghi irrigui.

Sono previsti, tra l’altro:

- un impianto fotovoltaico di circa 50 kW in copertura;

- un impianto di climatizzazione invernale ed estiva;

- una nuova cabina per la fornitura dell’energia elettrica.

Il nuovo intervento prevede tre corpi a pianta rettangolare e presenterà blocchi a due, tre, e quattro piani, assemblati a forma di “C” . Nel blocco a un piano è prevista una copertura piana calpestabile e accessibile per attività didattiche all’esterno. Sono previsti nell'intervento del primo lotto: 17 aule, 2 aule sdoppiabili, 5 laboratori multimediali, 2 laboratori saldatura e macchine utensili, 1 sala pasti per rientri pomeridiani, uffici segreterie e tecnici, infermeria, archivio e magazzini vari.

I lavori verranno appaltati entro la fine del 2022. La realizzazione delle opere è prevista in ventiquattro mesi. 

Published in Altre news (homepage)

La Provincia di Treviso lancia un bando destinato ai Comuni del territorio trevigiano per la concessione di contributi finalizzati alla redazione dei Piani di Azione per l’Energia e il Clima (PAESC), per il quale mette a disposizione 50.000 euro. Il contributo della Provincia potrà coprire fino al 70% della spesa sostenuta dai Comuni per un massimo di 5.000 euro per ogni singola Amministrazione che farà richiesta. L’obiettivo della Provincia di Treviso è quella di essere ancora una volta al supporto dei Comuni e allo stesso tempo contribuire al miglioramento dell’ambiente e al rispetto delle direttive europee nel Quadro per il Clima e l’Energia 2030 che prevedono: riduzione del 40% dei gas serra, almeno 32% di fonti rinnovabili e almeno 32,5% di efficienza energetica. Il bando prevede la possibilità per i Comuni di realizzare il PAESC implementando il Piano già redatto (PAES) oppure di aderire ex novo, sia come singolo Comune che in forma associata con altri Comuni.

Il bando è disponibile sul sito della Provincia di Treviso e scade il 31 ottobre 2021.

"Dopo il bando per l’aggiornamento dei Piani Acque, il bando per l’adeguamento dei Piani Antenne, il bando per l’installazione di colonnine elettriche, quello per la viabilità... ecco un nuovo bando della Provincia destinato ai Comuni, questa volta per la redazione dei PAESC, i piani fondamentali per dettare uno sviluppo del territorio che sia rispettoso dell’ambiente – spiega Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso – abbiamo così stanziato 50.000 euro per le Amministrazioni Comunali, occasione di co-finanziamento che può essere usufruita dal singolo Comune oppure in forma associata. Il compito della Provincia è quello di essere al fianco dei Comuni su temi fondamentali come l’Ambiente, co-finanziando la redazione dei piani e nell’attività di monitoraggio dei piani stessi. Solo collaborando tra Pubbliche Amministrazioni a tutti i livelli potremo salvaguardare il futuro delle nuove generazioni”.

VAI AL BANDO

Lunedì, 01 Gennaio 2001 09:09

Auroville

City for sustainable development and human unity
Networking tra città per lo sviluppo sostenibile e la solidarietà

Asia-Urbs.

Il progetto, finanziato all’interno del programma Asia- Urbs, finalizzato a interventi di cooperazione decentrata tra città europee e asiatiche, ha consentito di realizzare un network di città indiane ed europee per implementare e divulgare le rispettive esperienze in ambito di sviluppo urbano sostenibile, applicato ai più svariati settori: turismo, cultura, mobilità urbana, ambiente.

Lo scopo principale è stato quello di migliorare la capacità d’interazione e networking tra le città partner attraverso una serie di azioni concrete quali: la creazione di una banca dati contenente una selezione di best practice sullo sviluppo urbano sostenibile; una mostra itinerante tra le città partner – con il supporto di un catalogo e di materiale audiovisivo e multimediale che ha documentato esempi di migliori pratiche di governance urbana in India e in Europa; una conferenza internazionale svoltasi ad Auroville, con la partecipazione di delegati da trenta città europee e altrettante città indiane, ognuno responsabile di un intervento sul tema.

Partecipando a queste attività, la Provincia di Treviso ha avuto modo di prendere parte a interessanti momenti di confronto e arricchimento del proprio know-how sullo sviluppo urbano sostenibile, ma anche di promuovere il proprio patrimonio artistico, culturale e turistico in India, partecipando a stand promozionali e allestendo, in loco, una selezione di opere della Mostra Internazionale di Illustrazione per l’infanzia di Sarmede.

BUDGET DEL PROGETTO
€ 730.951,00

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 70.000,00

DURATA
6 mesi (2001)

PARTNER Coordinatore: Comune di Auroville – India; Provincia di Treviso – Italia; Comune di Parigi – Francia; Comune di Venezia – Italia

Logo della Provincia di Treviso

Logo della Provincia di Treviso

Indirizzo e recapiti

Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO

Tel +39 0422 6565
Fax +39 0422 656666
E-mail urp@provincia.treviso.it
PEC protocollo.provincia.treviso@pecveneto.it

Il Presidente della Provincia di Treviso

Il Dirigente del Settore Ambiente e Pianificazione Territoriale

Il Parco Sant'Artemio e il Parco della Storga

E’ consentito l’accesso al Parco del complesso di Sant’Artemio e al Parco della Storga nei giorni feriali dalle ore 7.00 alle ore 19.00 e nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

In ottemperanza alle norme in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 l’accesso del pubblico al Parco è condizionato al rigoroso rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro e del divieto di ogni forma di assembramento di persone; è richiesto l’utilizzo di mascherine o ogni altro idoneo dispositivo per la copertura di naso e bocca, nonché di guanti o gel o altra soluzione igienizzante.

© 2022 Provincia di Treviso
© 2022 Provincia di Treviso