Displaying items by tag: patto dei sindaci

Per agevolare i Comuni nel completamento di tutti gli interventi programmati, la Provincia di Treviso ha prorogato di un anno la scadenza per la presentazione delle domande di liquidazione da parte dei Comuni nell'ambito dei PAESC, fissandola al 30 giugno 2023. Il bando è finalizzato alla concessione di contributi alle Amministrazioni comunali della Marca per la redazione o l'aggiornamento dei Piani d'Azione per l'Energia e il Clima.

I Comuni potevano ricevere dalla Provincia contributi fino al 70% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 5.000 euro per Amministrazione. L’obiettivo della Provincia di Treviso è quella di essere ancora una volta al supporto dei Comuni e allo stesso tempo contribuire al miglioramento dell’ambiente e al rispetto delle direttive europee nel Quadro per il Clima e l’Energia 2030, che prevedono la riduzione del 40% dei gas serra, almeno 32% di fonti rinnovabili e almeno 32,5% di efficienza energetica.

Il bando prevedeva, inoltre, la possibilità per i Comuni di realizzare il PAESC implementando il Piano già redatto (PAES) oppure di aderire ex novo, sia come singolo Comune che in forma associata con altri Comuni.

Tenendo in considerazione l’analisi delle emissioni attraverso i dati dell’Inventario Base delle Emissioni e l’analisi dei rischi e delle vulnerabilità del territorio, il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima identifica i settori di intervento più idonei e le opportunità più appropriate per raggiungere l’obiettivo di riduzione di CO2 e di adattamento, inoltre definisce misure concrete di riduzione, insieme a tempi e responsabilità, in modo da tradurre la strategia di lungo termine in azione. In seguito all’approvazione da parte del consiglio comunale. I PAESC devono essere inoltrati entro due anni dalla firma del Nuovo Patto dei Sindaci

 

Sito web dedicato al PAESC di Tarzo e Sportello energia

http://tools.sinproambiente.it/sportello-ambiente/index.php?id%20com=37

 

Sito web dedicato al PAESC di Villorba e Sportello energia

http://tools.sinproambiente.it/sportello-ambiente/index.php?id%20com=38


Sito web dedicato al PAESC di Morgano e Sportello energia
http://tools.sinproambiente.it/sportello-ambiente/index.php?id%20com=36


Sito web dedicato al PAESC di Meduna di Livenza e Sportello energia
http://tools.sinproambiente.it/sportello-ambiente/index.php?id%20com=35

Sabato, 01 Gennaio 2011 13:28

MANERGY

Paving the way for self-sufficient regional energy supply based on sustainable energy concepts and renewable energy sources
Favorire l’autosufficienza energetica a livello territoriale, basandosi su concetti di energia sostenibile e fonti di energia rinnovabili

Programma di cooperazione transnazionale CENTRAL EUROPE 2007- 2013.

Poiché le aree urbane rappresentano più dei due terzi del consumo di energia dell’intera Unione Europea, il ruolo delle autorità locali nella promozione del risparmio energetico è particolarmente importante. Questo ruolo tende a essere rafforzato dai governi centrali di tutti i Paesi, sollecitando le autorità locali a tagliare le proprie spese energetiche, razionalizzando le proprie spese generali.

La Provincia di Treviso è da sempre attenta e impegnata in un’oculata gestione delle risorse energetiche che alimentano il proprio patrimonio edilizio, prevalentemente scolastico. Pertanto ha aderito all’iniziativa MANERGY, dove i partner si sono preposti di supportare le autorità locali nella sfida di favorire l’autosufficienza energetica e di razionalizzare i consumi di energia.

Il progetto MANERGY si è distinto per aver verificato l’applicazione di importanti strumenti e metodologie di indagine riconosciuti tra i più innovativi, a livello europeo e internazionale, per razionalizzare i consumi di energia, ridurre il peso delle fonti fossili e aumentare quello delle fonti rinnovabili. I partner di MANERGY hanno supportato l’armonizzazione delle azioni per la gestione dell’energia e studiato le condizioni che Agenzie per l’energia e/o enti similari dovrebbero rispettare per costituirsi e funzionare efficacemente, analizzandone la situazione legale, le opportunità di finanziamento, le strutture organizzative e risorse umane, i rapporti di collaborazione, gli strumenti di comunicazione e business plan.

La Provincia di Treviso ha finanziato dei pre-audit energetici effettuati presso alcuni edifici pubblici comunali, innescando oltretutto un processo di avvicinamento degli enti locali coinvolti all’iniziativa del Patto dei Sindaci, di cui l’Amministrazione è divenuta ente di Coordinamento. Pertanto, uno dei risultati di rilievo del progetto MANERGY è stato proprio la crescente consapevolezza del territorio sulla strategicità della sostenibilità energetica e ambientale, sancita con l’adesione formale di diversi comuni al Patto dei Sindaci, con il supporto dell’Amministrazione provinciale.

BUDGET DEL PROGETTO
€ 1.167.525,80

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 205.900,00

DURATA
39 mesi (2011-2014)

PARTNER Coordinatore: Agenzia di sviluppo regionale sud-transdanubiana Nonprofit Ltd. – Ungheria; Provincia di Treviso – Italia; EU Regional Management East – Styria - Austria; Agenzia per l’energia della Sassonia – Germania; ARLEG S.A. Agenzia di sviluppo regionale – Polonia; Università di Maribor – Slovenia UIP Centro universitario per lo sviluppo e incubatore universitario del Litorale – Slovenia

Published in Energia
Venerdì, 01 Gennaio 2016 11:27

TOGETHER

TOwards a Goal of Efficiency THrough Energy Reduction
Puntiamo all’efficienza attraverso la riduzione energetica

Link al sito di progetto

Programmma Interreg CENTRAL EUROPE 2014-2020.

Il progetto TOGETHER intende sostenere le Pubbliche Amministrazioni nella programmazione e pianificazione di interventi di efficientamento energetico di tipo integrato dei propri edifici e infrastrutture, che valorizzino tanto le componenti tecnologiche e finanziarie ma anche comportamentali degli utenti, considerando l'aspetto sociale quale elemento cruciale e centrale nella definizione delle strategie per la riduzione dei consumi e il miglioramento dell’efficienza energetica. Il progetto, pertanto, è finalizzato al miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici, attraverso le seguenti azioni:
a. fornire ai tecnici e ai funzionari le conoscenze interdisciplinari necessarie per fronteggiare in modo innovativo le sfide poste dalla necessità di migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, in un contesto caratterizzato da scarsità delle risorse necessarie per realizzare interventi tecnologici e infrastrutturali;
b. fornire supporto e strumenti operativi per introdurre l’efficienza energetica su un campione di edifici pilota (circa 85), attraverso il miglioramento dei comportamenti degli utenti, ritenuto fondamentale per l’ottenimento degli obiettivi previsti in termini di riduzione dei consumi;
c. codificare i risultati del progetto in un pacchetto di misure da proporre su larga scala, in modo da poterle utilizzare anche a livello nazionale ed europeo nell’ambito di piani, anche di più ampia portata, per la riduzione dei consumi energetici negli edifici pubblici.

TOGETHER prende in considerazione la raccomandazione della Commissione Europea che prevede di dare priorità ai contratti di prestazione energetica (EPC) per gli investimenti in efficienza energetica e di contrastare le barriere non-economiche e non-tecnologiche, incluse quelle attitudinali e comportamentali, in quanto il potenziale risparmio ottenibile con le misure rivolte ai comportamenti delle persone è stimato tra il 5 e il 20%.

Nel quadro delle proprie competenze istituzionali e della rilevante esperienza acquisita in materia di gestione energetica degli edifici scolastici, riconosciuta quale best practice anche a livello europeo e internazionale, la Provincia di Treviso ha coinvolto nel progetto 10 Comuni che aderiscono all’iniziativa del Patto dei Sindaci, di cui è oltretutto soggetto Coordinatore. In particolare, negli edifici pilota di proprietà di questi Comuni verranno installati dei sistemi per il monitoraggio automatico dei consumi da associare a sperimentazioni e strumenti ad hoc per il coinvolgimento e responsabilizzazione degli utenti degli edifici pubblici (scuole, uffici e spazi aperti al pubblico) nelle strategie di riduzione dei consumi energetici.

BUDGET DEL PROGETTO
2.330.175,75

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 441.795,00

DURATA
36 mesi (2016 – 2019)

PARTNER Coordinatore: Provincia di Treviso; Agenzia per l’Energia della Vysocina EAV – Repubblica Ceca; Agenzia Slovacca per l’Innovazione e l’Energia SIEA – Slovacchia; Università di Maribor – Slovenia; Città di Zagabria – Croazia; Associazione di Comuni Polacchi “Energie Cités” – PNEC – Polonia; Agenzia di sviluppo Regione Sud-Transdanubiana – STRDA – Ungheria; Municipalità del 12° distretto della città di Budapest – Ungheria

Published in Energia
Venerdì, 01 Gennaio 2016 10:53

EDUFOOTPRINT

School Low Carbon Footprint in Mediterranean cities
L'impronta ambientale nelle scuole delle città mediterranee

Link al sito di progetto

Programma di cooperazione Interreg Mediterranean 2014-2020.

Il Progetto EDUFOOTPRINT è finalizzato al miglioramento della capacità di gestione, pianificazione e controllo dell’energia negli edifici pubblici dell’Area Mediterranea. In particolare il progetto nello specifico lavorerà con gli edifici scolastici pubblici attraverso l’approccio dell’Analisi del Ciclo di Vita (LCA), considerando non solo i consumi degli edifici, che impattano in maniera diretta sull’utilizzo dell’energia, ma anche sui cosiddetti fattori impattanti indiretti, come ad esempio la tipologia di appalti pubblici o il comportamento degli utenti.

Il progetto si propone di rafforzare le capacità delle pubbliche amministrazioni di ottimizzare le misure di pianificazione energetica attraverso l’elaborazione e l’implementazione di buone pratiche di efficientamento energetico nelle scuole integrando le stesse con i PAES locali (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile). Il progetto si pone in linea con gli obiettivi del Programma MED di promozione della crescita sostenibile attraverso l’educazione.

I risultati del progetto si sostanziano in:
- Elaborazione di un modello innovativo di valutazione e gestione degli edifici scolastici che permetta loro di ridurre la loro impronta ambientale e di rafforzare il PAES locale attraverso strumenti che misurano l’impronta ambientale delle scuole.
- Rafforzamento delle competenze dei proprietari e gestori (Comuni e dirigenza scolastica) per sviluppare e implementare buone pratiche di efficienza energetica negli edifici scolastici pubblici nell’area MED.
- La costituzione di una rete transnazionale di scuole EDUFOOTPRINT con lo scopo di assicurare la trasferibilità del modello in tutta l’Area Mediterranea.

BUDGET DEL PROGETTO
€ 1.200.684,75

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 200.000,00

DURATA
28 mesi (2016-2019)

PARTNER Coordinatore: Provincia di Treviso – Italia; Agenzia Regionale per l’Energia e l’Ambiente del Nord Alentejo AREANATej – Portogallo; Istituto per l’Innovazione e lo Sviluppo dell’Università di Lubiana IRI UL – Slovenia; Centro Euro-Mediterraneo per lo sviluppo sostenibile Svi.Med. onlus Sicilia – Italia; UET Centro/Ufficio per lo sviluppo e la ricerca – Albania; EGTC Efxini Poli – SolidarCity NETWORK POLIS Peloponneso – Grecia; Istituto Andaluso di Tecnologia IAT – Spagna; Ambiente Italia srl – Italia; Istituto “Stefanini” - Rete ISIDE – Italia

Published in Energia

Logo della Provincia di Treviso

Logo della Provincia di Treviso

Indirizzo e recapiti

Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO

Tel +39 0422 6565
Fax +39 0422 656666
E-mail urp@provincia.treviso.it
PEC protocollo.provincia.treviso@pecveneto.it

Il Presidente della Provincia di Treviso

Il Dirigente del Settore Ambiente e Pianificazione Territoriale

Il Parco Sant'Artemio e il Parco della Storga

E’ consentito l’accesso al Parco del complesso di Sant’Artemio e al Parco della Storga nei giorni feriali dalle ore 7.00 alle ore 19.00 e nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

In ottemperanza alle norme in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 l’accesso del pubblico al Parco è condizionato al rigoroso rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro e del divieto di ogni forma di assembramento di persone; è richiesto l’utilizzo di mascherine o ogni altro idoneo dispositivo per la copertura di naso e bocca, nonché di guanti o gel o altra soluzione igienizzante.

© 2022 Provincia di Treviso
© 2022 Provincia di Treviso