Displaying items by tag: nzeb

Dopo l'approvazione del progetto, ecco il finanziamento: la Provincia di Treviso ha ottenuto infatti ben 7.664.377,40 euro di fondi PNRR per la demolizione e ricostruzione della nuova succursale del Liceo Canova di Treviso in zona “Ca' del Galletto” in via Ronchese.

L’area su cui viene costruita la succursale è situata a circa 2,5 km in linea d’aria dal centro storico di Treviso e a poche centinaia di metri dal Polo Scolastico Secondario di Viale Europa, pertanto è ben servita sia dai trasporti pubblici sia da spazi dedicati specificatamente all’utenza scolastica. La scuola ha accesso su due fronti opposti: sul lato ovest dalla strada comunale del Galletto; sul lato est da una laterale di Via Ronchese.

Il progetto di costruzione della Provincia risponde, in particolare, a due esigenze: mettere in sicurezza la scuola, dato che l’edificio attuale risale al 1959, ed efficientarla dal punto di vista energetico; ottimizzare la didattica grazie a interventi che migliorino l'accessibilità e la comodità degli spazi a tutte le studentesse e gli studenti, nonché al personale scolastico e agli utenti esterni. 

La nuova sede del Canova avrà tre piani, di cui uno interrato dal quale si sviluppa una palestra, e godrà di classe energetica A4 (NZEB), avrà un consumo energetico praticamente azzerato, al contrario dell’edificio attuale che è in classe energetica G. Grazie alla razionalizzazione dei percorsi e degli spazi, inoltre, si otterrà una riduzione della superficie coperta e, dunque, del consumo di suolo, inoltre, ci sarà un minor impatto ambientale. Per quanto riguarda gli impianti tecnologici, si prevede di utilizzare un sistema domotico BACS, in classe A secondo UNI EN 15232, capace di garantire l’ottimizzazione dei consumi della scuola in maniera semplice e totalmente automatizzata. Il sistema garantirà l’automazione, la gestione e il controllo dell’impianto di climatizzazione e di quello d’illuminazione. È programmata, inoltre, la realizzazione di un impianto fotovoltaico in copertura, in grado di garantire l’autonomia della scuola dal punto di vista energetico, sia per il riscaldamento/raffrescamento con pompa di calore che a sua volta assicurerà il fabbisogno di acqua calda sanitaria. Per ottimizzare l'efficienza dell'impianto di climatizzazione, sia nella stagione estiva che in quella invernale, sarà installato un sistema di termoregolazione. Al fine di rispondere alle maggiori esigenze igienico-sanitarie, dettate anche dalla pandemia, l’impianto di ventilazione meccanica sarà dotato di filtri moderni e impianti di ionizzazione.

 

In via di definizione l’accordo col Seminario Vescovile per ospitare gli studenti durante i lavori

E’ una delle nuove realizzazioni per le quali la Provincia di Treviso ha ottenuto ben 9 milioni di euro dal D.M. 62/2021 rifinanziato con i fondi Europei del PNRR (Piano Nazionale di Rinascita e Resilienza) dedicato in modo specifico a interventi di messa in sicurezza sismica: è il nuovo Is “Città della Vittoria” che dovrebbe vedere aperto il cantiere entro la fine del 2022 dopo la demolizione della sede attuale dell’Istituto di Vittorio Veneto. Per ospitare gli studenti durante i lavori di costruzione, è ormai in via di definizione l’accordo con il Seminario Vescovile di Vittorio Veneto che accoglierà studenti, studentesse e personale scolastico.

Il complesso scolastico attuale è costituito da una serie di manufatti in gestione alla provincia per effetto della L. 23/96. Il nucleo principale dell’istituto esistente è composto da aule, laboratori, uffici direzione e segreteria. Un blocco è dedicato ad officine ed aule speciali. Vista la situazione, si è scelto di procedere con la demolizione e ricostruzione. Il Progetto di Fattibilità Tecnico Economico complessivo prevede, anche con integrazione del conto termico, la demolizione e ricostruzione di tutti i blocchi edilizi.

Il nuovo edificio avrà un costo complessivo di euro 10,750.000:

- 9.000.000,00 finanziamento ministeriale

- 1.750.000,00 finanziato con conto termico

L’edificio sarà realizzato con caratteristiche “NZEB” ( Nearly Zero Energy Building) e completamente eco-sostenibile. Verrà realizzato con soluzioni progettuali e impiantistiche finalizzate a minimizzare i consumi energetici della climatizzazione estiva/invernale, così come all’illuminazione, ventilazione, produzione di acqua calda sanitaria, recupero acque meteoriche per impieghi irrigui.

Sono previsti, tra l’altro:

- un impianto fotovoltaico di circa 50 kW in copertura;

- un impianto di climatizzazione invernale ed estiva;

- una nuova cabina per la fornitura dell’energia elettrica.

Il nuovo intervento prevede tre corpi a pianta rettangolare e presenterà blocchi a due, tre, e quattro piani, assemblati a forma di “C” . Nel blocco a un piano è prevista una copertura piana calpestabile e accessibile per attività didattiche all’esterno. Sono previsti nell'intervento del primo lotto: 17 aule, 2 aule sdoppiabili, 5 laboratori multimediali, 2 laboratori saldatura e macchine utensili, 1 sala pasti per rientri pomeridiani, uffici segreterie e tecnici, infermeria, archivio e magazzini vari.

I lavori verranno appaltati entro la fine del 2022. La realizzazione delle opere è prevista in ventiquattro mesi. 

Published in Altre news (homepage)

Logo della Provincia di Treviso

Logo della Provincia di Treviso

Indirizzo e recapiti

Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO

Tel +39 0422 6565
Fax +39 0422 656666
E-mail urp@provincia.treviso.it
PEC protocollo.provincia.treviso@pecveneto.it

Il Presidente della Provincia di Treviso

Il Dirigente del Settore Ambiente e Pianificazione Territoriale

Il Parco Sant'Artemio e il Parco della Storga

E’ consentito l’accesso al Parco del complesso di Sant’Artemio e al Parco della Storga nei giorni feriali dalle ore 7.00 alle ore 19.00 e nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

In ottemperanza alle norme in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 l’accesso del pubblico al Parco è condizionato al rigoroso rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro e del divieto di ogni forma di assembramento di persone; è richiesto l’utilizzo di mascherine o ogni altro idoneo dispositivo per la copertura di naso e bocca, nonché di guanti o gel o altra soluzione igienizzante.

© 2022 Provincia di Treviso
© 2022 Provincia di Treviso